Articolo Pubblicato il 22 marzo, 2017 alle 9:58.

L’Ivass, l’Istituto di Vigilanza, ha pubblicato i dati annuali relativi al 2016 sulle sanzioni comminate alle compagnie di assicurazione per violazioni varie e anche questa volta i numeri sono impressionanti. Le ordinanze sanzionatorie sono state ben 2.326, delle quali solo 200 sono state poi archiviate, per un totale effettivo, dunque, di 2.126 e un ammontare complessivo pari a 14 milioni e 600.935 euro.

La stragrande maggioranza dei procedimenti (l’84,16%) ha colpito le imprese, il restante 15,3% gli intermediari, mentre, quanto alla tipologia, il 79% riguardano violazioni in materia di Rc-auto e, più precisamente, il 59,4% è relativo alla liquidazione dei sinistri. Anche per quanto concerne l’importo, la Rc-auto assorbe oltre la metà (il 54,4%) delle sanzioni.

Quanto infine alle imprese, anche alla guida della poco edificante classifica annuale del 2016 come importo delle sanzioni si conferma, con oltre due milioni e mezzo di multe (per la precisione, 2.526.849), la “immancabile” UnipolSai, prima anche per il numero di ordinanze (522): a podio, più staccate, vanno anche Generali, con 1.077.549 euro, frutto di 120 sanzioni, tra cui una “record” di 416.667 euro, e Groupama, con 676.167 euro.