Articolo Pubblicato il 16 giugno, 2016 alle 12:41.

Semafori e varchi potrebbero essere la soluzione per rendere più sicuro il passaggio del tram di Venezia-Mestre sul Ponte della Libertà. Sono tra le ipotesi emerse durante la riunione dove hanno partecipato tecnici, dirigenti e uomini della Pmv, la società proprietaria delle infrastrutture del sistema di trasporto, alla luce dei recenti gravi incidenti, tra cui mortali, che hanno decretato la pericolosità dell’opera. Una scia di botti, scontri e perdita d’aderenza che ha fatto scattare il livello di guardia. Un livello di guardia a cui si è interessato pure lo Studio 3A, a partire dal presidente Ermes Trovò. I cittadini si aspettano una risposta dalle Pubbliche Amministrazione e dagli enti coinvolti non solo dal punto di vista risarcitorio ma anche, più in generale, della sicurezza legata alla circolazione del tram. L’esperienza dimostra che la commistione tra la viabilità ordinaria e quella del siluro rosso è troppo pericolosa, oltre che causa di continui blocchi. Per Studio 3A occorre adottare con urgenza delle misure alternative; ad esempio, nei tratti di strada più trafficati e insidiosi come il Ponte della Libertà, la soluzione delle corsie riservate al tram, che pure era stata inizialmente prevista, potrebbe essere valida.