Articolo Pubblicato il 29 dicembre, 2017 alle 18:12.

Anche novembre è stato caratterizzato da un’autentica stangata da parte dell’Ivass. L’Istituto di Vigilanza, come risulta dal bollettino mensile pubblicato il 29 dicembre 2017 e relativo, appunto, al mese precedente, ha notificato alle compagnie di assicurazione, per violazioni varie, 103 ordinanze sanzionatorie per un ammontare di 743.834,92 euro, a cui però vanno aggiunte anche le 26 a carico di broker e intermediari (una delle quali di ben 216mila euro), per altri 429.500 euro: in tutto, dunque, l’organo di controllo ha emanato sanzioni per 1.173.334,92 euro.

Così come per i mesi di settembre e ottobre 2017, al vertice dell’ingloriosa classifica si conferma Axa, con 5 ordinanze per un totale di 125.560 euro, una delle quali di ben centomila euro comminata ad Axa Mps Financial DAC “per la mancata liquidazione, entro il termine di 30 giorni previsto dalle condizioni di contratto, di prestazioni assicurative relative a 475 polizze vita“. Sul podio troviamo anche l’immancabile UnipolSai, che detiene il record del numero di sanzioni, 18, per 113.916,67 euro, e Inter Partner Assistance SA, compagnia internazionale di assicurazioni e riassicurazioni con sede in Belgio e che, per la verità, appartiene a sua volta al gruppo Axa, con 6 ordinanze per un totale di 61.934,59 euro.