Un milione di sanzioni, quasi tutte alle compagnie

L’anno “sanzionatorio” dell’Ivass si chiude con i botti. Nonostante le festività natalizie, l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, come emerge dal bollettino mensile pubblicato il 31 gennaio 2019, ha comminato alle imprese 106 sanzioni per violazioni varie, soprattutto per quanto attiene il risarcimento danni e il ramo vita, per un ammontare di ben 957.908,67 euro.

I broker

A questa cifra, tuttavia, vanno aggiunti anche i 34mila euro frutto delle 7 ordinanze sanzionatorie a carico di broker e intermediari, per un pacchetto di multe che sfiora il milione di euro: per la precisione, 991.908,67 euro.

 

La compagnia assicurativa più sanzionata

Vince Allianz

Al vertice della ingloriosa graduatoria, tra le compagnie, troviamo, incontrastata, Allianz, con tre sanzioni pari a 336.333 euro, un terzo del totale, in forza di una pesantissima ordinanza da 333.333 euro, scattata, come spiega il bollettino, per la “violazione art. 183, comma 1, lettera a), del d.lgs. 209/2005: mancata liquidazione, entro il termine di 30 giorni previsto dalle condizioni di contratto, di prestazioni assicurative relative a n. 1.081 polizze vita”: un cosiddetto “illecito seriale” per la pluralità di violazioni e misure correttive.

Il resto del “podio”

Al secondo posto si piazza Cardiff Vita, con due sanzioni per un totale di 111mila euro: una, in special modo, da centomila euro, per il “mancato invio ai contraenti, almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto, di comunicazione scritta conforme alle prescrizioni normative relativamente alla liquidazione di n. 98.410 polizze vita”: anche questo un “illecito seriale”.

A podio anche Generali, con 7 ordinanze sanzionatorie per 96.333 euro.

Il “record” per il maggior numero di sanzioni, invece, spetta “ex aequo” a UniposSai e al gruppo Axa, con 15.