Come emerge dal mensile bollettino di Vigilanza pubblicato il 30 aprile 2021, sono pari a poco meno di 250mila euro, per la precisione 249.246, e quasi tutte in capo alle compagnie assicurative (248.246 euro), le sanzioni pecuniarie comminate nel mese di marzo 2021 dall’Ivass per violazioni varie, tra cui il mancato rispetto, per svariate posizioni di danno del ramo R.c. auto, dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa.

Multe per 249.246 euro, la più sanzionata Axa

I provvedimenti sanzionatori in tutto sono stati 35, 26 dei quali a carico di intermediari e quasi tutti richiami, censure o radiazioni: solo due “broker” sono stati sanzionati con multe da cinquemila euro ciascuno.

Gli altri nove, invece, multe in danaro, riguardano sette imprese: la classifica è guidata dal gruppo Axa, con due sanzioni per un totale di 88.420 euro, seguito da Zurich (una di 56.826 euro) e Amissima Assicurazioni (due ordinanze, 40mila euro in tutto). Per inciso, riguardo quest’ultima compagnia (in foto, la sede di Milano), l’organo di controllo sul settore nel bollettino di marzo ha anche autorizzato HDI V.a.G. e HDI Assicurazioni S.p.A. ad acquisirne l’intero capitale sociale.

Gli altri quattro provvedimenti hanno riguardato Genertel (20mila euro), Reale Mutua (13mila), Assicuratrice Milanese e Bcc Assicurazioni (10mila euro ciascuna).