Articolo Pubblicato il 16 marzo, 2018 alle 9:56.

Rivalutazioni degli importi dell’1,2%, 98 euro giornalieri per inabilità assoluta con aumenti personalizzati fino al 50% e nuovi criteri per lesioni terminali, diffamazione, premorienza e abuso del processo. Sono queste le principali novità della versione 2018 delle tabelle di Milano per la liquidazione del danno non patrimoniale, predisposta dall’osservatorio sulla giustizia civile meneghino.

Rispetto all’edizione scorsa (del 2014), la versione 2018 delle Tabelle di Milano rivaluta gli importi dell’1,2% in base agli indici Istat. Altra novità riguarda l’importo per un giorno di inabilità assoluta, innalzato a 98 euro (per danno biologico e morale).

La versione aggiornata delle tabelle milanesi, inoltre, adegua anche gli importi per la lesione da perdita del rapporto parentale, con cifre che possono arrivare anche fino a 332mila euro per la madre che deve dedicare la propria vita al figlio che ha subito macrolesioni.

Tra le altre novità elaborate dall’osservatorio, inoltre, i criteri orientativi per la liquidazione dei danni terminale, da diffamazione, abuso del processo e premorienza.