Articolo Pubblicato sabato, 15 dicembre, 2018.

Dopo l’astensione protrattasi dal 20 al 23 novembre scorso, l’Unione delle Camere Penali Italiane ha indetto una nuova astensione per il 17 e 18 dicembre. Si tratta, come si legge nella delibera del 30 novembre 2018, della reazione dei penalisti alla serrata calendarizzazione dei lavori parlamentari al Senato sul disegno di legge anti-corruzione, che contiene anche sostanziali modifiche alla prescrizione dei reati, il principale nodo del contendere.

La Giunta dell’Unione delle Camere Penali Italiane, chiarisce la relativa delibera, preso atto «che la maggioranza di Governo persevera nella proposta di modifica dell’istituto della prescrizione dei reati, nonostante le forti critiche avanzate dai penalisti italiani, dal CNF, e dall’Accademia in sede di audizione innanzi alla Commissione Giustizia della Camera», ha proclamato l’astensione dalle udienze e da ogni attività giudiziaria nel settore penale per i giorni di lunedì 17 e martedì 18 dicembre 2018, «convocando per tale ultima data una manifestazione nazionale da tenersi in Bari, per invitare il Parlamento italiano a dare ascolto alle critiche e alle proposte che la comunità dei giuristi italiani ha lanciato nella grande manifestazione nazionale di Roma dello scorso 23 novembre» (in foto).

Il ddl peraltro è stato approvato da Palazzo Madama e ora il contestato testo passa alla Camera in terza lettura.