Articolo Pubblicato il 7 giugno, 2017 alle 12:08.

Nuovo caso di compagnia di assicurazione estera sulla quale Ivass, l’Istituto di Vigilanza, mette in guardia i consumatori. Questa volta si tratta di un’impresa bulgara, la Insurance Company Nadejda Ad, già sottoposta alla vigilanza della Autorità del suo Paese, abilitata ad operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi nel ramo 15 – Cauzione, e nei confronti della quale era emersa una situazione di deficit patrimoniale alla data del 30 giugno 2016.

Il 31 maggio 2017, l’Autorità di Vigilanza bulgara (in foto, l’ingresso della sede) ha comunicato di aver richiesto a Insurance Company Nadejda Ad un piano per ricostituire i requisiti patrimoniali richiesti dalla normativa comunitaria e di non aver ritenuto adeguato il piano presentato dall’impresa e di averlo rigettato con Provvedimento del 10 maggio 2017, disponibile sul proprio sito, ma solo in lingua bulgara.

Ivass ha quindi ritenuto di mettere in allerta il mercato italiano, anche alla luce del fatto che la compagnia avrebbe diffuso in Italia una comunicazione nella quale afferma di trovarsi in buono stato finanziario, “affermazione che non appare coerente con le criticità sopra rappresentate“.

Per ogni assistenza è possibile rivolgersi al Contact Center IVASS, numero verde 800486661 dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 14.30.