Articolo Pubblicato il 24 agosto, 2016 alle 13:07.

Per comminare una multa, il vigile urbano non deve essere necessariamente in uniforme e in servizio. Si tratta di un sentenza della sezione civile di Trento, prendendo in esame il caso di un automobilista che ha invaso la carreggiata dedicata all’opposto senso di marcia per sorpassare i veicoli fermi nel traffico.

Tutto è nato dopo che un agente, in quel momento all’interno della sua auto privata e in borghese, è sceso per contestare la manovra di un uomo che, impaziente durante di restare in coda dietro a un camion della nettezza urbana durante un’intensa nevicata, ha sorpassato i veicoli. Il vigile, in quel momento non in servizio, si è qualificato e ha contestato quando appena visto, infliggendo la sanzione come se fosse sul posto di lavoro.

Il trasgressore aveva dapprima fatto ricorso, e accolto, al Giudice di Pace ma il Comune aveva deciso di ricorrere al Tribunale di Trento, accogliendo la sua istanza.