Come di consueto a fine mese, il 31 marzo 2021, l’Ivass, l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, ha pubblicato il Bollettino di Vigilanza relativo al mese precedente, ossia febbraio 2021, nel quale, in appendice, sono contenute anche le ordinanze sanzionatorie rivolte a imprese e intermediari per le violazioni commesse.

 

Cinque le sanzioni comminate, le più elevate ad Axa e Tua

Le sanzioni emanate a carico delle compagnie sono cinque, per un ammontare complessivo di 174.758 euro: le due più pesanti a carico di Axa (in foto, la sede di Milano), per un ammontare di 85.632 euro, per il “mancato rispetto, per 13 posizioni di danno del ramo R.c. auto, dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa”, e di Tua Assicurazioni, di 63.126 euro, per la stessa omissione per nove pratiche. Le altre tre sono state destinate a Nobis e Darag, da 10mila euro ciascuna, e all’UCI, l’Ufficio Centrale Italiana, di seimila euro.

Sanzionati anche 12 tra broker e intermediari con provvedimenti che vanno dalla radiazione alla cancellazione, alla censura e al richiamo.