Articolo Pubblicato il 15 marzo, 2018 alle 20:00.

Nonostante gli incidenti siano diminuiti di numero, nel terzo trimestre del 2017 il costo delle polizze Rc Auto è aumentato, praticamente in tutte le regioni italiane, con una crescita media del 2,3% rispetto ai tre mesi precedenti.

Il dato negativo è peraltro incontestabile essendo stato desunto da una fonte ufficiale, più precisamente l’Ivass, l’Istituto per la Vigilanza sulle assicurazioni, che ha appena pubblicato un rapporto nel quale si monitora l’andamento delle polizze Rc auto per il periodo luglio-settembre dello scorso anno.

Assicurare l’automobile in Italia costa mediamente ben 420 euro all’anno. Un po’ più “economiche” sono le province del nord Italia, come Milano (la media è di 409 euro annui) o Torino (427 euro), ma anche quelle delle isole, come Palermo, il cui premio medio è sempre di 427 euro, e Cagliari, a quota 422.

A Bologna la “botta” comincia ad aumentare (la tariffa media è pari a 465 euro annui), per arrivare al costo molto più salato che si riscontra in Toscana e a Firenze (526 euro l’anno). Ma la regione leader indiscussa della classifica è la Campania: a Napoli le tariffe praticate (in media 636,9 euro) superano di oltre il doppio quelle medie di Aosta (312 euro), ma si sfiorano i mille euro (967,5%) se il proprietario ha meno di 24 anni.

Inutile aggiungere che quello assicurativo resta uno dei settori più delicati e problematici per i consumatori, non solo per il notevole peso con il quale incide sui bilanci delle famiglie, ma anche per la difficoltà nel districarsi nel caos di tariffe, offerte, condizioni, contratti e clausole capestro che spesso riservano amare sorprese quando si tratta di pretendere il risarcimento dovuto.