Articolo Pubblicato il 31 maggio, 2019.

Il 31 marzo 2019, come ogni fine del mese, l’Istituto di Vigilanza ha pubblicato il bollettino mensile relativo ad aprile 2019.

Dal documento risulta che l’organismo di controllo nel mese di riferimento ha comminato alle imprese di assicurazione 50 sanzioni per un ammontare complessivo di 266.813,18 euro, contestando violazioni varie: la più ricorrente resta senza dubbio il mancato rispetto nei sinistri Rc auto dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento. 

A questa cifra, però, va aggiunto anche l’importo di 137.500 euro frutto delle ulteriori 14 ordinanze sanzionatorie destinate dall’Ivass a broker e intermediari, per un pacchetto di sanzioni (in tutto 64) che dunque raggiunge i 404.313,18 euro.

Al vertice della poco onorevole graduatoria, tra le compagnie, troviamo – non è una novità -, sia per numero di sanzioni che per il “quantum”, Cattolica, a carico della quale sono state emanate 9 ordinanze per un ammontare complessivo di 56.800 euro.

Al secondo posto si piazza Admiral Europe, con 3 sanzioni, pari a 42.200 euro, mentre sul gradino più basso del podio si attesta Sara Assicurazioni, con 3 sanzioni per 28.500 euro.