Articolo Pubblicato il 21 settembre, 2016 alle 10:25.

Sono scattati inevitabili provvedimenti a carico di Gable Insurance Ag, compagnia di assicurazioni con sede fiscale alle Isole Cayman e residenza legale in Liechtenstein, in gravi difficoltà finanziarie: il bilancio del 2015 si chiuso con perdite per 30 milioni di euro e il titolo è crollato da 24 a 2 sterline.

L’Ivass, l’Autorità di vigilanza, ha reso noto che la propria omologa del Liechtenstein ha adottato, in data 7 settembre 2016, il divieto di concludere nuovi contratti e di disporre del proprio patrimonio nei confronti della società Gable. La compagnia, quotata sulla Borsa inglese, è abilitata a operare in Italia (in regime di libera prestazione di servizi) in diversi rami danni ed in particolare nel ramo 15 (cauzione), nell’ambito del quale rientra il rilascio di polizze fideiussorie.

L’Autorità di Vigilanza del Liechtenstein ha precisato che il divieto è efficace dal 9 settembre 2016, riguarda tutti i rami assicurativi e tutti i Paesi dell’Unione Europea e si applica anche ai rinnovi e alle proroghe dei contratti in corso.

La notizia ha fatto tremare in particolare il mondo del calcio: un terzo delle società della Lega Pro, la vecchia serie C, ha potuto iscriversi al campionato grazie alle fideiussioni siglate dalla compagnia, ora sull’orlo del fallimento.

I consumatori e le pubbliche amministrazioni interessate possono chiedere chiarimenti ed informazioni al Contact Center dell’IVASS al numero verde 800-486661 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 14.30.