Studio 3A, da sempre in prima linea in tema di ambiente, anche con iniziative di informazione e di sensibilizzazione, organizza per sabato 24 giugno 2017, dalle 10, nella splendida cornice di Palazzo Cordellina, sede della Biblioteca civica Bertoliana, a Vicenza, un’importante occasione di confronto sul danno ambientale.

Il punto di partenza sarà la presentazione del libro di “3A Edizioni” “Il risarcimento del danno ambientale”, a cura della sua autrice, la dott.ssa Francesca Boscolo, docente presso l’Università Pegaso, da cui si prenderà spunto per affrontare l’emergenza numero uno in Veneto, l’inquinamento da Pfas delle acque della provincia di Vicenza e di mezza regione, che coinvolge centinaia di migliaia di abitanti.

Un convegno quanto mai di attualità, anche alla luce degli ultimi, clamorosi sviluppi delle indagini: in questi giorni, infatti, la Provincia di Vicenza ha ricevuto, assieme agli altri enti interessati, fra cui Ministero dell’Ambiente e Regione Veneto, la relazione del Nucleo Operativo Ecologico dell’Arma dei Carabinieri di Treviso sull’inquinamento del sito industriale Miteni, l’azienda trissinese al centro da tempo della vicenda, in quanto indicata da più parti come la principale responsabile dello sversamento.

Ebbene, il Noe ha informato le autorità di un fatto che, se confermato, sarebbe gravissimo: la Miteni sarebbe stata perfettamente a conoscenza del grave inquinamento del sito fin dai primi anni Novanta, con la sorgente dell’inquinamento stesso mai rimossa, senza comunicarlo alle autorità competenti. Un rapporto, quello del Noe, che alimenta dunque la già gravissima preoccupazione per un fenomeno che ha assunto purtroppo nel tempo una valenza interprovinciale.

Sabato 24 giugno l’argomento sarà discusso con il direttore tecnico di Studio 3A, dott Andrea Milanesi, la consulente personale Linda Mazzon e, soprattutto, con l’Onorevole del Movimento 5 Stelle Silvia Benedetti, che segue da tempo la vicenda in Parlamento.