È stato istituito l’elenco delle società scientifiche che dovranno elaborare le linee guida a cui gli esercenti le professioni sanitarie dovranno attenersi nel rispetto della legge sulla responsabilità dei medici (l. n. 24/2017).

Il 2 agosto scorso il ministro della salute Beatrice Lorenzin ha firmato il decreto che dà attuazione a uno dei punti più significativi della riforma Gelli. Dopo il via libera, nei giorni scorsi, al decreto che istituisce l’Osservatorio nazionale sicurezza in sanità (altro punto saliente della riforma) con questo provvedimento si fa un ulteriore passo in avanti verso l’operatività piena della recente legge.

Il decreto va dunque ad attuare uno dei punti più importanti della legge 24 sulla sicurezza delle cure e sulla responsabilità medica, provvedendo, ex art. 5, ad istituire e regolamentare l’elenco dove saranno iscritte le società scientifiche e le associazioni tecnico-scientifiche che avranno il compito di scrivere le best practices che ogni medico dovrà rispettare anche per evitare di incorrere in responsabilità penale.

Il provvedimento stabilisce anche i requisiti che i soggetti che dovranno elaborare le linee guida dovranno possedere per poter essere iscritti all’elenco (rilevanza nazionale, rappresentatività di almeno il 30% di professionisti, ecc.).

Gli interessati, si specifica, potranno presentare l’istanza di iscrizione a mezzo pec e digitalmente firmata entro 90 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale, utilizzando il modello scaricabile sul portale istituzioni.