Come di consueto l’ultimo giorno del mese, il 30 settembre 2021, l’Ivass ha pubblicato il bollettino di vigilanza relativo al mese precedente, agosto 2021, con anche i provvedimenti sanzionatori a carico di imprese e intermediari.

 

Sanzioni per 135mila euro a carico delle compagnie, quasi metà in capo a UnipolSai

Per quanto riguarda le prime, l’organo di controllo ha comminato solo cinque sanzioni, anche se di un certo peso. La compagnia più multata è risultata UnipolSai (in foto, la sede centrale di Bologna), con due sanzioni entrambe da trentamila euro ciascuna; seguono l’impresa con sede a Zagabria, in Croazia, Hok Osiguranje D.D., con un provvedimento sanzionatorio da quarantamila euro, Groupama, con una sanzione da trentamila euro, e Unicredit, con una contravvenzione da cinquemila euro.

Sanzionati anche 12 intermediari

L’Ivass ha sanzionato anche 12 tra intermediari e broker, in cinque casi con la “censura”, in quattro con la “radiazione” e in tre con il semplice “richiamo”.

Tra i vari altri provvedimenti assunti nel mese di agosto 2021 dall’Istituto di Vigilanza, da segnalare anche l’autorizzazione alla fusione per incorporazione di ITAS Holding S.r.l. e ITAS Patrimonio S.p.A. in ITAS Istituto Trentino-Alto Adige per Assicurazioni società mutua di assicurazioni.