Articolo Pubblicato il 16 maggio, 2016 alle 10:34.

Nel mondo, gli adolescenti muoiono sempre più a causa degli incidenti stradali. A rivelarlo è la rivista scientifica inglese Lancet, pubblicando un’indagine fatta da quattro grandi atenei e coordinata dall’Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME) dell’università di Seattle: prende in esame gli anni dal 1990 al 2013.

Tra i 10 e i 24 anni, specie tra i maschi, il dato sul tasso di mortalità fatica a calare, a differenza di quelli dei bambini piccoli, dove i numeri sono migliorati. Infatti, per quest’ultimi si è fatto molto per aumentare la sicurezza a bordo specie per i passeggeri sino ai 5 anni, puntando sulle campagne pubblicitarie. Per la fascia tra i 10 e i 14 anni, i sinistri causano il 10 per cento dei decessi tra i 10 e 14 anni e circa il 20 per cento nella fascia superiore.

Di fatto, si ribadisce quanto l’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) aveva analizzato nel 2015, quando studiò come nel mondo ogni anno muoiano 1,25 milioni di giovani e ragazzi compresi tra i 15 e i 29 anni, risultando gli incidenti stradali come la prima causa di decessi per questa fascia d’età.