Articolo Pubblicato il 14 aprile, 2016 alle 19:54.

Studio 3A, a cui si è rivolta la famiglia della vittima per ottenere giustizia, avvierà un’azione penale e civile contro l’azienda, responsabile di aver causato il decesso di un 85enne travolto da un treno mentre attraversava con l’auto i binari su un passaggio a livello “fai da te” a Francavilla Fontana, nel Brindisino, lo scorso 20 febbraio: niente barriere né segnali acustici o luminosi, ma solo due cancelli arrugginiti con le chiavi affidate ai residenti. Una tragedia assurda.

L’incredulità e l’indignazione di fronte al fatto che si sia potuto consentire una situazione simile in un Paese dell’Unione Europea è tale che Studio 3A, attraverso la propria rete di contatti internazionali, non esclude la possibilità di sottoporre lo stato di quel passaggio a livello contro ogni logica di sicurezza e buon senso all’attenzione dei preposti organi di vigilanza comunitari.