L’infortunio è successo il 19 gennaio alla Lidl di Carbonia, vittima una cinquantenne di Nuxis affidatasi a Studio 3A. La struttura ha ammesso con onestà l’incidente

Stava facendo la spesa, come tante altre volte, assieme al marito al supermercato Lidl di via Dalmazia, a Carbonia, ma in prossimità delle casse il “patatrac”: qualche altro cliente ha “seminato” dello yogurt sul pavimento, lei non lo vede e ci scivola sopra, rovinando malamente a terra e riportando traumi per una prognosi di ben tre settimane.

Protagonista del particolare infortunio un’infermiera professionale di cinquant’anni di Nuxis che, per essere assistita e risarcita, attraverso il consulente personale, dott. Michele Baldinu, si è affidata a Studio 3A, società specializzata a livello nazionale nella valutazione delle responsabilità in ogni tipologia di sinistro, a tutela dei diritti dei cittadini.

Lo spiacevole episodio si è verificato sabato 19 gennaio 2019, poco dopo le 14.30. La coppia ha quasi finito di fare la spesa settimanale: il marito della malcapitata si è già messo in fila con il carrello alla cassa numero 4, sua moglie sta prendendo le ultime cose. Ma giunta alla fine della coda, la signora incappa in una chiazza di yogurt che qualcuno ha fatto cadere per terra. L’insidiosa sostanza è biancastra, si confonde con il colore chiaro del pavimento: la cliente non se ne accorge e ci scivola sopra, come su una saponetta, finendo lunga distesa per terra.

Il consorte e altri clienti in fila la soccorrono subito e cercano di rialzarla, ma i dolori sono troppo forti. Solo dopo qualche minuto la cinquantenne trova la forza di rimettersi in piedi e di pagare la spesa alla cassa, ma è chiaramente sofferente: i dipendenti del supermercato le portano una sedia, ma non riesce neppure a stare seduta e si appoggia al marito mantenendo sollevata la gamba sinistra ferita. Finché dalla Lidl chiamano il 118 e l’infermiera viene trasportata al Pronto Soccorso dell’ospedale di Sirai, dove i medici le riscontrano la distrazione dei muscoli ischio-crurali lato sinistro, per una prognosi di tre settimane nelle quali la paziente dovrà osservare riposo assoluto, con divieto di “carico” dalla parte sinistra. Una bella “botta” per una chiazza di yogurt.

Per una volta, quanto meno, l’atteggiamento della struttura di vendita è stato trasparente e onesto. Alla richiesta da parte di Studio 3A, per conto della propria assistita, di aprire il sinistro e di fornire le coperture assicurative, la Lidl ha confermato i fatti riferiti dalla donna e la loro dinamica rilasciando la seguente dichiarazione: la cliente mentre si recava in cassa numero 4 è scivolata. Lo scivolamento è avvenuto per la presenza di yogurt sul pavimento”. Un punto fermo importante che fa ben sperare che la Lidl si assuma le proprie responsabilità circa gli obblighi di mantenere in sicurezza l’esercizio, a tutela della clientela così come del proprio personale, e che quindi risarcisca adeguatamente l’infortunata per i danni fisici e morali subiti.

Articoli Online

 

Castedduonline.it

Sardegnalive.net

Sardegnareporter.it

Worldsardinia.it

Laprovinciadelsulcisiglesiente.com

Vistanet.it