Articolo Pubblicato giovedì, 28 marzo, 2019.

Tutto in due giorni. Anzi, in due ore. Nonostante una stagione sin qui travolgente, contrassegnata da ben dodici successi su altrettanti match e dalla vittoria incontrastata del girone B di serie B, per completare l’opera e realizzare il sogno “promozione” il Padova Millennium Basket Studio 3A è chiamato ad un’ulteriore, ultima e difficile impresa.

In questo weekend gli uomini di coach Nardo saranno impegnati a Reggio Calabria (partenza nella tarda serata di giovedì) nelle final four, passaggio obbligato per staccare l’unico biglietto in palio per il Paradiso: la serie A. Le tre avversarie sono toste, essendosi a loro volta aggiudicate i rispettivi gironi della serie cadetta: i padroni di casa della Farmacia Pellicanò, la Laumas Elettronica Gioco Parma e la Menarini Volpi Rosse Firenze.

Venerdì 29 marzo saranno effettuati i sorteggi per determinare l’ordine delle sei partite di un girone all’italiana nel quale ciascun quintetto si misurerà con gli altri tre, per un totale, appunto, di due ore di gioco: quattro gare saranno disputate sabato 30 marzo, le ultime due domenica mattina. Vincerà chi avrà totalizzato più punti e, in caso di arrivo alla pari, varranno scontri diretti e differenza canestri.

Questi gli undici atleti del Pmb Studio 3A, protagonisti della regular season, che voleranno alla volta di Reggio Calabria: Azzolin, Bardo, Bernardis, Casagrande, Cherubini, Faccioli, capitan Foffano, Marin, Pellegrini, Scandolaro e Scantamburlo. Della “spedizione”, oltre all’allenatore Marco Nardo, faranno parte anche il Presidente della società, Primo Fior, il dirigente accompagnatore, Diego Castellan, e il fisioterapista Daniele Scapin.

Partiamo carichi e con grandi speranze di tornare vittoriosi – commentava ieri il coach al termine dell’allenamento al palazzetto dello sport di casa di Piombino Dese – Abbiamo rispetto per gli avversari, che sono molto agguerriti, ma siamo anche consapevoli dei nostri mezzi e di potercela giocare fino in fondo con tutti. Sarà importante restare concentrati tre giorni, uno degli elementi che può fare la differenza in una sequenza così ravvicinata di impegni decisivi”.

In questo senso è risultata certamente preziosa la recente esperienza, l’8 e 9 marzo scorsi, a Nottwil, in Svizzera, per i preliminari di Eurolega, che ha visto i patavini disputare ben quattro partite in due giorni e ottenere tre vittorie che hanno consentito loro di qualificarsi anche alla fase finale della prestigiosa coppa europea, in programma il mese prossimo a Macerata.
Ma adesso testa solo alla serie… A.

Articoli Online

Padovaoggi.it