Articolo Pubblicato il 28 marzo, 2020 alle 1:00.

Anche le compagnie di assicurazione facciano la loro parte nella difficile situazione che sta vivendo il Paese nella battaglia contro il coronavirus e vangano incontro ai loro assicurati, prolungando le polizze Rc-Auto che di fatto non vengono utilizzate in questo momento.

E’ questo il monito forte che Studio3A ha deciso di lanciare al mondo assicurativo attraverso una petizione on-line iniziata in questi giorni e diretta, oltre che alle imprese del settore, al Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri.

 

Meno auto in circolazione, meno incidenti, ma tutti continuano a pagare le polizze

Come purtroppo è ben noto, con i vari decreti emanati a partire dall’11 marzo 2020 dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con misure sempre più restrittive, è stato limitato allo stretto indispensabile il movimento dei cittadini e ridotto al minimo il numero delle attività autorizzate a tenere aperto su tutto il territorio nazionale.

Diretta conseguenza di questo giro di vite, i mezzi in circolazione sulle strade si sono drasticamente ridotti. Basti pensare che nella sola settimana dal 9 al 15 marzo, nella quale peraltro dovevano ancora entrare in vigore gli ultimi e ancora più rigidi decreti, Autostrade per l’Italia aveva calcolato un calo del traffico sulla rete autostradale del -56,3%, con punte giornaliere di oltre l’84%: la flessione dei transiti in assoluto più rilevante nella storia della società.

E’ evidente e matematico che, con meno veicoli in transito, accadono anche meno incidenti stradali, il che rappresenta sicuramente (almeno) un effetto positivo dell’isolamento forzato a cui tutta la popolazione è sottoposta.

Tutti però continuano a pagare come prima la propria assicurazione, con premi il cui ammontare è però determinato sulla base dei sinistri che avvengono normalmente: parametro che ora è certamente e notevolmente mutato.

L’appello alle compagnie

Per questo Studio3A, che da oltre vent’anni si batte per tutelare i diritti dei danneggiati e dei cittadini in generale, chiede alle imprese assicurative di fare innanzitutto una riflessione seria e costruttiva su questa problematica, confidando sul loro buon senso e anche sulla loro solidità economica: dall’ultimo bollettino pubblicato il 24 marzo dall’Istituto di Vigilanza, risulta che in nove mesi, dal primo gennaio al 30 settembre 2019, le compagnie operanti in Italia hanno effettuato una raccolta complessiva per qualcosa come 107,2 miliardi di euro, confermando le performance dello stesso periodo del 2018 ma crescendo proprio nel settore “danni”.

Studio3A è quindi pienamente convinto che le compagnie non solo avrebbero tutte le possibilità ma che dovrebbero anche trovare un modo per venire incontro ai propri clienti che stanno versando un premio assicurativo per la copertura di mezzi che non sui muovono e che quindi non possono causare alcuna perdita alle assicurazioni.

 

Una petizione on-line per chiedere il prolungamento delle polizze

Come? Con questa raccolta firme Studio3A, oltre a sensibilizzare le compagnie su questa questione, lancia anche una proposta concreta, che non implica alcun rimborso: si caldeggia l’opportunità che la scadenza delle polizze assicurative dei veicoli a circolazione limitata venga prolungata per lo stesso periodo per il quale dureranno le restrizioni alla circolazione.

Un’opportunità che peraltro, a ben vedere, potrebbe rilevarsi anche vantaggiosa per le stesse compagnie in quanto, essendo stato prorogato da 15 a 30 giorni il periodo di tolleranza, molti assicurati per guadagnare un mese potrebbero decidere di cambiare assicurazione non rinnovando la polizza in essere.

La speranza e l’obiettivo di Studio3A è che questa iniziativa venga accolta positivamente dalle imprese del settore e anche che l’Ania, l’Associazione Nazionale fra le imprese Assicuratrici, sensibilizzi le proprie associate in modo da dare un segnale tangibile in questo frangente difficilissimo per tutto il Paese, non solo dal punto di vista sanitario, ma anche economico per milioni di famiglie italiane.

Come firmare

La petizione si può firmare qui:

https://www.change.org/richiesta_prolungamento_assicurazione_auto