Articolo Pubblicato il 1 dicembre, 2020 alle 18:00.

Complice la seconda ondata del Covid, che ha nuovamente rallentato ogni attività, tornano ai minimi storici le sanzioni comminate dall’Ivass.

Dall’appendice del Bollettino di vigilanza pubblicato il 30 novembre 2020 dall’organo di controllo del settore assicurativo in Italia, e relativo al mese di ottobre 2020, risulta che nel periodo in questione sono state comminate soltanto quattro ordinanze sanzionatorie, e tutte a imprese, per un ammontare complessivo di 82mila euro.

 

Sanzioni per 60mila euro alla compagnia Nobis

Nel dettaglio, due sanzioni sono state indirizzate alla compagnia Nobis Assicurazioni, ciascuna da trentamila euro: una per incompletezza e/o erroneità nelle comunicazioni trasmesse alla banca dati sinistri r.c. auto nel periodo primo ottobre-31dicembre 2018; l’altra per il mancato rispetto, per due posizioni di danno del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell’offerta di risarcimento al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa.

Le altre due multe, ognuna da undicimila euro, sono invece destinate alle compagnie Groupama e Itas Mutua.

A carico di broker e intermediari, soltanto un provvedimento di radiazione.