Consulenza tecnica, incidente probatorio, richiesta di rinvio a giudizio: termini che si sentono ripetere spesso nei telegiornali e nei programmi televisivi dedicati ai gravi fatti di cronaca, ma di cui spesso non si conosce l’esatto significato. Questo anche perché, nell’opinione comune, i momenti chiave di un processo sono rappresentati dalle udienze in aula, dal dibattimento, dalle dichiarazioni dei testimoni, dalle arringhe dei Pubblici Ministeri e degli avvocati, fino alla lettura della sentenza.

In realtà, prima e per arrivare a tutto ciò, per poter istruire un procedimento penale, bisogna gettarne le basi con una scrupolosa attività “dietro le quinte”, ma non per questo meno importante: le cosiddette “indagini preliminari”. Ed è proprio per approfondire e divulgare la conoscenza di questa fase delicata e fondamentale, che precede la celebrazione del processo, che Studio 3A ha inteso dedicarvi il terzo volume di “3A Edizioni”, nelle quali mette a disposizione tutta l’esperienza maturata e vissuta assieme ai priori assistiti in oltre vent’anni di attività in questo settore. Le pubblicazioni della S.p.A. presieduta dal dott. Ermes Trovò, infatti, hanno come obiettivo quello di offrire a tutti i cittadini strumenti completi e accurati, ma nello stesso tempo chiari e di agevole lettura, per aiutarli a conoscere quelli che sono i loro diritti e come possono tutelarli. Ma il nuovo libro risulta prezioso anche per gli addetti ai lavori, gli avvocati, richiamando loro le nozioni degli studi di diritto e soccorrendoli nelle frequenti tentazioni, in cui spesso i legali incorrono, di sovrautilizzo se non di errata interpretazione degli strumenti procedurali previsti.

Pur trattandosi di un passaggio appannaggio della magistratura inquirente, infatti, anche le parti in causa e chi le rappresenta possono incidere durante le indagini preliminari, ad esempio attraverso istanze, consulenze tecniche o memorie in grado di fornire elementi utili o altre prospettive di indagine. Seguire e monitorare da vicino il lavoro della Procura e dei suoi consulenti in questa fase diventa cruciale anche sul fronte della responsabilità civile e del risarcimento del danno subìto in quest’ultima sede: non per nulla il libro approfondisce anche la gestione dei sinistri gravi, stradali in primis, illustrando, tra l’altro, gli adempimenti preliminari, i rapporti e le trattative con il responsabile civile e la sua compagnia di assicurazione.

Realizzato dalla giurista Francesca Boscolo e dall’avvocato Oddo Ferro, intitolato, appunto, Manuale sulle indagini preliminari e la gestione dei sinistri complessi, edito dalla casa editrice Cleup, il terzo prodotto di “3A Edizioni” viene presentato in anteprima martedì 20 novembre 2018, alle ore 20.30, nella splendida cornice dell’oratorio San Salvatore, a Martellago, in provincia di Venezia: sarà la prima di una serie di presentazioni che poi interesseranno tutto il territorio nazionale.