Articolo Pubblicato il 11 dicembre, 2019 alle 12:21.

Il Pm Laura Cameli ha iscritto nel registro degli indagati l’automobilista che ha investito l’anziano e ha disposto la perizia cinematica

Il Pubblico Ministero della Procura di Venezia dott.ssa Laura Cameli, titolare del procedimento penale per omicidio stradale per la morte di Bruno Ruvoletto, ha iscritto nel registro degli indagati l’automobilista che ha travolto l’anziano, D. Z., 50 anni, di Galta di Vigonovo, e ha disposto un accertamento tecnico non ripetibile per ricostruire la dinamica e le responsabilità del tragico incidente successo nel pomeriggio di lunedì 2 dicembre 2019: l’incarico è stato affidato oggi, martedì 10 dicembre, presso il Palazzo di Giustizia a Santa Croce, all’Ing. Maurizio De Valentini, il consulente tecnico d’ufficio scelto dal magistrato per predisporre la perizia cinematica.

Ruvoletto, che aveva 83 anni e abitava anche lui a Galta di Vigonovo, poco dopo le 17.30 stava camminando a bordo strada lungo via Pascoli, dove risiedeva, quando, per cause che dovranno essere chiarite dalle indagini dei carabinieri della locale stazione, intervenuti per i rilievi, e dal Ctu, è stato investito da tergo dalla Fiat Punto condotta dalla cinquantenne e posta sotto sequestro: un impatto violento in seguito al quale il pensionato è stato scaraventato nel fossato adiacente. Soccorso dai sanitari del Suem di Dolo, accorsi in ambulanza, l’anziano è stato trasportato all’ospedale cittadino ma è spirato poche ore dopo, nella tarda serata dello stesso lunedì 2 dicembre, in seguito ai gravi politraumi riportati.

Bruno Ruvoletto, che aveva lavorato una vita in una fabbrica di scarpe della Riviera del Brenta, che non si era sposato e viveva da solo, lascia un fratello, due anziane sorelle e alcuni nipoti, uno dei quali in particolare era molto legato allo zio e se ne prendeva cura. Per fare piena luce sui fatti e per ottenere giustizia, i familiari della vittima, attraverso il consulente personale e responsabile della sede di Dolo, Nicola Mezzetti, si sono affidati a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, che metterà a disposizione come consulente di parte della famiglia per le operazioni peritali l’ing. Enrico Dinon.

I funerali dell’ottantatreenne, peraltro, non sono stati ancora fissati, in attesa del nulla osta da parte dell’autorità giudiziaria che, almeno finora, non ha invece disposto l’autopsia.