Articolo Pubblicato il 18 luglio, 2019.

Il Pubblico Ministero della Procura di Treviso ha anche disposto la perizia cinematica sul sinistro: giovedì i funerali della vittima

Nell’ambito del procedimento penale per omicidio stradale per la tragica morte di Eder Lucio Zuanazzi, il Pubblico Ministero della Procura di Treviso titolare del fascicolo, la dott.ssa Anna Andreatta, ha iscritto nel registro degli indagati L. P., 69 anni, di Gorgo al Monticano, la conducente della vettura entrata in collisione con la Ducati 999 della vittima quel “maledetto” venerdì 12 luglio, poco dopo mezzogiorno.
Il Sostituto Procuratore, che ha anche convalidato il sequestro dei mezzi, ha altresì disposto la perizia cinematica per ricostruire la dinamica, le cause e quindi le responsabilità del drammatico incidente successo a Chiarano, poco distante dall’abitazione del trentanovenne imprenditore di origini brasiliane, ma in Italia da oltre 15 anni, che aveva un’attività di contratti di cittadinanza a Jesolo, dov’era molto conosciuto, e aiutava i connazionali che volevano venire in Italia.

L’incarico sarà conferito venerdì 19 luglio, alle 10, presso il tribunale di Treviso all’ing. Enrico Bellomo, con studio a Concordia Sagittaria.

I familiari di Zuanazzi, che lascia la moglie Dulcinea, tre figli, Eduardo Daniel, di 16 anni, Giovanna, di 14, e Liz Mariah di appena un anno e mezzo, la mamma, il papà e 13 fratelli, per essere assistiti si sono affidati, attraverso il consulente personale Riccardo Vizzi, a Studio 3A-Valore S.p.A., società specializzata livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, che ha messo a disposizione come consulente di parte per le operazioni peritali l’ing. Pierluigi Zamurer. Il Ctu dovrà stabilire esattamente cosa sia successo all’intersezione tra via Magnadola, tratto della SP 42, che il centauro stava percorrendo da Cessalto verso Chiarano per rincasare, e via Calnova, la laterale da cui la Ford B Max dell’indagata è uscita immettendosi sulla Provinciale nella stessa direzione di marcia della moto, con la quale vi è stato un contatto fatale: Zuanazzi, infatti, dopo aver frenato per evitare l’impatto, è stato sbalzato dalla motocicletta finendo contro un cartello stradale e di qui nel fossato pieno d’acqua; una rovinosa caduta in seguito alla quale ha riportato gravissimi politraumi, spirando poco dopo.

La dott.ssa Andreatta, che non ha ritenuto necessario disporre l’esame autoptico, ha già dato il nulla osta per i funerali, che saranno celebrati con rito cristiano evangelico domani, giovedì 18 luglio, alle ore 10, nella sala del commiato della casa funeraria Frè di Gorgo al Monticano. Eder Lucio poi riposerà nel cimitero di Chiarano.