Articolo Pubblicato il 18 luglio, 2020 alle 20:00.

A mollo camera ardente, frigo, lumini oggettistica funeraria e un furgone. La proprietaria per essere risarcita si è rivolta a Studio3A

Tra le tante storie di palermitani duramente colpiti dalla “bomba d’acqua” abbattutasi mercoledì 15 luglio 2020 sulla città c’è anche quella di una cinquantaquattrenne che aveva appena rilevato da un anziano parente una storica attività di onoranze funebri del luogo, finita completamente a mollo unitamente a un mezzo dell’azienda.

E pensare che la donna non aveva ancora riaperto: una volta subentrata, infatti, con un ingente investimento ha deciso di ristrutturare, rimodernare e abbellire la sede, che si trova in via Matteo Bonelli, in pieno centro storico, e ha affidato i lavori a un’impresa edile e a vari artigiani. Lavori che erano stati rallentati dall’emergenza coronavirus e che si stavano concludendo. Adesso è arrivata anche l’alluvione.

L’agenzia, che peraltro sorge alla fine di un tratto in discesa della strada, è stata letteralmente invasa dalla “fiumana” che ha pesantemente danneggiato la camera ardente, il frigo di conservazione per le salme dei defunti, e ancora lumini, quadri, oggettistica mortuaria varia: un disastro.

Non bastasse, è stato sommerso anche il furgone adibito a trasporto di oggetti funebri: naturalmente, non parte più. Bisognerà buttarlo. Per un danno complessivo di almeno 15mila euro, che purtroppo non è neanche assicurato.

La titolare dell’attività per essere risarcita, attraverso il consulente personale Alessio Tarantino, si è affidata a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini che, attraverso i propri esperti, si è già attivata per procedere alla stima esatta del danno – di cui poi sarà richiesto il ristoro sulla base dei fondi che verranno stanziati ad hoc per lo stato di calamità già chiesto dal Comune di Palermo -, e per la completa bonifica dei locali per consentire all’imprenditrice di poter finalmente aprire l’attività.

Articoli Online

Palermotoday.it