Articolo Pubblicato il 13 novembre, 2019.

La Procura ha dato il nulla osta per i funerali del 38enne deceduto domenica in seguito a un tragico incidente stradale mentre correva in aiuto a un amico

Si svolgeranno domani, mercoledì 13 novembre 2019, alle ore 15, nella chiesa di Cinto Caomaggiore, i funerali di Davide Zavattin, il trentottenne del posto deceduto domenica in seguito al tragico incidente stradale successo in via Venezia, alle porte del paese. La vittima, artigiano e vigile del fuoco ausiliario, viaggiava sul sedile del passeggero di una Volkswagen Passat condotta da un’amica, una venticinquenne di Summaga di Portogruaro: i due stavano correndo in aiuto ad un altro amico che aveva minacciato di suicidarsi buttandosi sotto al treno. L’auto però è sbandata finendo la sua folle corsa capottata in un fossato e per Davide non c’è stato nulla da fare.

Il Pubblico Ministero della Procura di Pordenone, il dott. Marco Faion, che ha aperto un procedimento penale per omicidio stradale a carico della conducente, non ha ritenuto necessario disporre l’esame autoptico sulla salma e oggi ha già dato il nulla osta: i familiari hanno così potuto fissare la data delle esequie, che si annunciano molto partecipate. Saranno infatti in tantissimi a voler dare l’ultimo saluto al trentottenne e stringersi attorno ai suoi congiunti, distrutti dal dolore: il papà Sergio, la mamma Tiziana, i fratelli Elia a Christian e la fidanzata Martina, con cui conviveva da marzo.

Davide, che lavorava con il padre nell’azienda di lavorazioni di marmi e graniti di famiglia, era conosciutissimo e ben voluto da tutti a Cinto Caomaggiore e in tutto il Portogruarese, come del resto tutti gli Zavattin, famiglia molto unita e sempre disponibile: le tante persone che ogni anno partecipano alla manifestazione “La Terra dei Dogi”, a Portogruaro, li vedono sempre fianco fianco, cucinare e offrire la carne nel loro stand.

Anche nel suo ultimo gesto si è visto il grande cuore di Davide” lo piangono i suoi cari alludendo a quello slancio per portare aiuto all’amico, risultato purtroppo fatale. La famiglia per essere assistita, attraverso l’area manager e responsabile della sede di San Donà di Piave, Riccardo Vizzi, si è affidata a Studio3a-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini.

Per il tramite di Studio3A, i familiari ci tengono a ringraziare tutti coloro che sono stati loro vicini in questi giorni di lutto e per i funerali chiedono non fiori ma offerte da devolvere a due associazioni di volontariato a cui il giovane teneva molto: “Il Gabbiano Jonathan” di Fossalta di Portogruaro, che opera a favore di soggetti disabili e svantaggiati, e l’Andos, onlus delle donne operate al seno.