Articolo Pubblicato il 14 marzo, 2020 alle 8:45.

Segnale forte della Federazione Italiana di Pallacanestro in carrozzina a tutela della salute degli atleti: si ripartirà in autunno con Padova ancora in serie A

Tutto azzerato: la stagione 2019-2020 della Studio3A Millennium Basket finisce qui. Con una decisione sofferta e senza precedenti, mercoledì 12 marzo 2020 la Federazione Italiana di Pallacanestro in Carrozzina, di fronte alla gravissima emergenza sanitaria da coronavirus in cui si trova tutto il Paese, ha ritenuto di annullare tutti i campionati di serie A, B e quello giovanile. “Confortato dal parere unanime del Consiglio federale, reputo doveroso dare un forte segnale di responsabilità, riconoscendo come assoluta priorità la salvaguardia della salute di ogni componente del nostro movimento e delle rispettive famiglie – recita la nota del Presidente della Fipic, Fernando Zappile In questi giorni abbiamo dato più disposizioni, sempre nella speranza di poter ripartire in tutta sicurezza prima possibile; ma ora, oltretutto, ritengo che per le nostre società sia diventato impossibile sostenere i costi di un campionato che si prolunghi fino ai mesi di giugno o luglio e le spese per trattenere gli atleti fuori sede sino ad allora. Mai scelta fu più difficile, ma una decisione va presa, inutili altri rinvii”.

Sono perfettamente d’accordo con il Presidente Zappile – commenta Primo Fior, Presidente della società patavina, tra le otto “regine” della serie AE’ una scelta assunta in modo non egoistico per tutelare i giocatori e tutti i dirigenti, volontari e le persone che ruotano attorno a questo movimento. Al di là dell’aspetto sanitario, che è quello principale, inoltre, la situazione per le società era diventata insostenibile: gli atleti non si stanno allenando, gli stranieri desiderano tornare a casa, non potevamo strascinare la stagione, nella migliore delle ipotesi, fino a giugno-luglio”.

Piena solidarietà al Presidente della Federazione anche da parte del Presidente del main sponsor Studio3A-Valore S.p.A., il dott. Ermes Trovò, che aggiunge: “Una decisione difficile, ma che comprendiamo pienamente e che ha tutto il nostro sostegno”.

E adesso? A maggio per questa stagione nessuno alzerà trofei, perché ora, per dirla con il Presidente Zappile, c’è da vincere una sfida più importante, quella contro il Covid-19: “torneremo sui campi da gioco, ma per farlo, adesso, dobbiamo fermarci tutti insieme”. In buona sostanza i campionati saranno azzerati, come se non si fossero mai disputati. La stagione 2020-21 ripartirà da zero esattamente com’era iniziata quella precedente, e quindi con la Studio3A Millennium Basket ancora in serie A e la formazione giovanile delle Iene, campione d’Italia in carica, impegnata nel campionato nazionale di categoria.

Padova, al momento sesta in classifica con tre match ancora da disputare, sarebbe stata virtualmente salva (retrocede solo l’ultima dopo i play-out), “ma certo ci sarebbe piaciuto conquistarci sul campo fino all’ultimo questo traguardo, che penso comunque abbiamo meritato, e magari guadagnarci un posto migliore in classifica – conclude Primo Fior Almeno un aspetto positivo in questa situazione, però, c’è: quando, spero quanto prima, potremo tornare alla normalità e cominciare a pianificare la prossima stagione, potremo farlo continuando a pensare con la “A” davanti”.