Compagnie di assicurazione dai bilanci plurimiliardari ma dai cordoni della borsa strettissimi quando si tratta di risarcire, Pubbliche Amministrazioni, Aziende sanitarie, multinazionali… Per combattere contro questi poteri forti a tutela dei diritti dei cittadini, occorrono “spalle larghe”: per questo, in occasione dei vent’anni di attività, Studio 3A ha deciso di trasformarsi da società a responsabilità limitata in società per azioni, la VALORE SPA.

Una trasformazione della natura giuridica che non altera ma rafforza la struttura aziendale, che vuole offrire una garanzia in più di solidità e di autorevolezza alle migliaia di danneggiati che si affidano a Studio 3A e che rispecchia un volume di investimenti sempre più elevato della nostra azienda, non ultimo sotto il profilo delle nuove tecnologie, ad esempio con la messa a punto di una “app” innovativa, RisarcimentoFacile.it, con cui ci proponiamo di rivoluzionare le procedure risarcitorie, e non solo. La nostra società, che già era la più capitalizzata, diventa anche la prima realtà di patrocinatori stragiudiziali italiana ad aver acquisito specificità professionali e aziendali tali da poter diventare una Spa” ha spiegato il Presidente, dott. Ermes Trovò, durante la conferenza stampa convocata il 24 febbraio scorso per illustrare quest’ulteriore salto di qualità e i nuovi obiettivi dell’azienda e all’evento del 25 febbraio, nella splendida cornice di barchessa Polani, a Piove di Sacco, nel Padovano, per condividere questo traguardo con autorità, collaboratori, fiduciari, assistiti e le loro famiglie, a cui si riferiscono le foto.

Le due iniziative sono state anche l’occasione per ripercorrere un ventennio di attività per far valere i diritti dei danneggiati. Vent’anni in cui Studio 3A è cresciuto e si è sviluppato, in numeri, ma soprattutto in competenze e professionalità, che gli consentono di seguire al meglio qualsiasi tipo di sinistro: non solo incidenti stradali ma anche i sempre più numerosi casi di malasanità, gli infortuni sul lavoro, gli episodi di danno ambientale, incendi, eventi catastrofali, con una linea dedicata ai cosiddetti sinistri complessi per la loro particolare gravità.

Oggi l’azienda può contare su oltre cinquanta dipendenti, una squadra forte e affiatata, a cui vanno aggiunti i centinaia di fiduciari che vengono via via incaricati a seconda delle esigenze richieste dall’iter delle pratiche e che sono rigidamente selezionati e coordinati dalla struttura di direzione: medici legali, medici specialisti in ogni disciplina dell’anatomia umana, psicologi (tra i servizi forniti da Studio 3A ai propri assistiti vi è anche il supporto psicologico), ingegneri cinematici per la ricostruzione dei sinistri, periti, etc.

Inoltre, Studio 3A è capillarmente presente in tutta Italia, non solo attraverso i fiduciari, ma anche e soprattutto grazie alla fitta rete di consulenti personali, che non sono figure esterne all’azienda ma dipendenti a tutti gli effetti, che rappresentano il costante trait d’union tra l’area tecnica e liquidativa e gli assistiti per ogni loro necessità e che hanno anche una preparazione psicologica per poter gestire situazioni spesso molto dolorose e delicate.

Contrariamente a come qualcuno recentemente ha dipinto le realtà dei patrocinatori stragiudiziali, la nostra non è una professione improvvisata – ha tenuto a precisare il dott. Trovò – L’attività è regolata da una legge specifica, la n. 4 del 14/1/2013, che impone una serie di requisiti a tutela degli assistiti. I patrocinatori hanno l’obbligo della formazione continua, devono seguire corsi di aggiornamento e acquisire crediti formativi; per esercitare la professione devono sostenere e superare un esame di idoneità e di abilitazione ed essere assicurati. E le società, per mantenere l’iscrizione, devono comunicare tutti i casi di eventuale reclamo da parte dei clienti. Inoltre, i patrocinatori stragiudiziali difendono esclusivamente i danneggiati, non hanno e non potranno mai avere alcun conflitto d’interesse perché non lavorano mai per le compagnie di assicurazione. Per svolgere al meglio il proprio compito l’ideale è di non avere mai legami, rapporti o debiti di riconoscenza con la controparte: noi possiamo affermare, con orgoglio, di essere liberi. Del resto, se tanti cittadini si rivolgono a noi e ci accreditano la loro fiducia ci sarà pure un motivo: significa che il danneggiato si sente tutelato, che abbiamo colmato una lacuna del nostro sistema e dato modo di far valere con successo i propri diritti a tante persone. Studio 3A infatti ha adottato da tempo la scelta di lavorare solo a risultato, come nell’efficiente sistema anglosassone, accollandosi tutte le spese delle pratiche, che non sono poche: la nostra esposizione supera il milione di euro, ed è uno dei motivi per i quali abbiamo scelto di diventare una società per azioni. Questo modus operandi è per noi lo stimolo a chiudere positivamente ogni pratica, ma soprattutto un incentivo decisivo per molte persone, che viceversa non avrebbero i mezzi e le possibilità, per portare avanti le proprie ragioni”.

Una strategia che dà i suoi frutti. Solo per citare qualche dato, nel 2016 le pratiche gestite dalla società sono aumentate di ben il 42% rispetto al 2015, con una percentuale elevatissima di successi: il 98% delle posizioni vengono chiuse con la soddisfazione dei clienti. Ma l’elemento forse più significativo di questo trend è dato dalla percentuale di contenziosi risolti in via stragiudiziale, che in pochi anni è passata da poco più del 60% all’83% dello scorso anno. “Ciò significa – ha sottolineato il dott. Trovòche, su cento pratiche, solo 17 finiscono per le vie legali, e con i costi e i templi biblici della giustizia italiana, che nel 2016 vedeva ancora pendenti 5 milioni e mezzo di cause tra civile e penale, non è cosa da poco. Studio 3A dà anche il suo contributo per smaltire gli arretrati della giustizia, oltre ad alleviare la situazione di centinaia di cittadini che evitano di doversi sottoporre ad anni di andirivieni per le aule dei tribunali e di rivivere i loro drammi”.

Nel brand di Valore Spa rientrano, tra l’altro, anche la collana editoriale “3A Edizioni”, che comprende due volumi nei quali l’azienda ha fatto “cultura”, soprattutto sul fronte ambientale, fornendo preziose informazioni su come un danneggiato possa tutelarsi dai casi di inquinamento, il periodico “Diritto & Tutela” nel quale vengono approfondite dal punto di vista giuridico, ma con un occhio di riguardo per la loro applicazione pratica, leggi e sentenze riguardanti questioni d’interesse generale, il BlogGiuridico e il già citato RisarcimentoFacile.it, la nuova frontiera per il risarcimento on line.