Il 14 febbraio 2014 l’Ivass, l’Istituto di Vigilanza, ha pubblicato i dati sui reclami presentati dai consumatori alle imprese di assicurazione nel primo semestre 2016. I reclami ricevuti dalle compagnie italiane sono stati ben 56.287, pressoché inalterati rispetto ai primi sei mesi del 2015 (meno 0,5%), a cui vanno aggiunti gli 8.068 pervenuti alle compagnie con sede in altro Paese dell’Unione Europea operanti in Italia, per la prima volta oggetto della rilevazione: in totale, dunque, si arriva a 64.355. Quasi la metà di essi, 29.104 (il 45,22%), riguarda la R.c. Auto: seguono il ramo Altri Danni, 29.104 (il 32,11%) e Vita con 14.590 (il 22,67%). Se, tuttavia, per le imprese italiane il ramo R.c. Auto si conferma il segmento che genera il maggior numero di reclami (46,8% del totale), per le imprese Ue il comparto più oggetto di lamentele è quello degli Altri danni esclusa l’auto (46,2% del totale dei reclami ricevuti delle compagnie straniere).

I principali motivi di reclamo, per la R.c. Auto, riguardano i tempi di definizione dei sinistri e, più in generale, il servizio di liquidazione reso, oltre a controversie sull’attribuzione delle responsabilità e sulla valutazione/quantificazione dei danni. Tra le principali cause dei reclami nel settore Vita, invece, ricorrono problematiche connesse alla liquidazione delle prestazioni (ritardi nel pagamento o errori nei conteggi) ed ai comportamenti della rete di vendita, non sempre improntati alla correttezza e al perseguimento del best interest del cliente.

I reclami presentati hanno avuto un esito positivo per i proponenti solo in circa il 40% dei casi: più in particolare, per il 32% l’istruttoria è stata chiusa accogliendo integramente le loro richieste e per l’8% è stato comunque trovato un accordo transativo. Le richieste del reclamante, invece, sono state respinte nel 49% dei casi, praticamente una su due. I restanti casi (l’11%) risultavano ancora in istruttoria alla fine di giugno 2016.

Ma quali sono, il dato che forse interessa di più, le imprese che hanno ricevuto il maggior numero di reclami? La graduatoria è guidata da Generali con 10.339, seguita da UnipolSai con 8.419 e Allianz con 4.804. Interessante, però, anche la classifica dei reclami per milione di premi, che è guidata da Cardiff con 19,99, seguita da Donau (16,75) e AMW (12,59), tutte imprese estere: quarta, e prima delle imprese italiane, Poste Assicura (12,12).