PRINCIPI ISPIRATORI E CODICE ETICO

Studio 3A condivide con tutti i suoi professionisti i principi ispiratori raccolti in questo protocollo etico, redatto nella prospettiva di un miglioramento della società civile e della salvaguardia dei valori primari ed essenziali dell’individuo quali la giustizia, il rispetto reciproco, la dignità.
l Codice è basato anche su norme non giuridiche, ed è rivolto alla sensibilità morale e professionale delle singole persone.
Studio 3A ritiene che tutti debbano avere il diritto di accedere alla giustizia e che qualunque persona non dovrebbe mai sentirsi svantaggia rispetto ad altri a prescindere dalla propria condizione economica, dal sesso, dalla razza, dalla lingua, dalla religione di appartenenza.
Infatti Studio 3A ritiene che incidenti, o problematiche di natura legale o giudiziaria, non dovrebbero complicare lo stile di vita di una persona e, per questo, crede fermamente che fare una richiesta di risarcimento a causa di danni subiti da terzi dovrebbe essere facile e veloce.
Studio 3A non promuove mai azioni di telemarketing e non scambia o vende mai le informazioni personali dei propri assistiti, a meno che non sia stato accordato il permesso in precedenza. Nello svolgimento dell’incarico affidatole, Studio 3A si pone come obiettivo quello di:
• rispondere alle domande dell’assistito entro 60 minuti;
• fornire entro 24 ore dall’inserimento della pratica un responso sulla possibilità di risarcimento;
• non chiedere mai nessun anticipo sull’onorario;
• descrivere all’assistito ogni passaggio della procedura in modo da tenerlo aggiornato sulla lavorazione della pratica;
• concordare con l’assistito ogni strategia;
• sollecitare gli specialisti che seguiranno l’assistito nel fornire aggiornamenti regolari a seconda dei casi;
• di illustrare all’assistito i problemi riscontrati qualora, per qualche ragione, la richiesta di risarcimento non potrà essere portata a termine.

Studio 3A ha adottato un modus operandi innovativo per l’Italia: tutela il proprio cliente assumendosi nei suoi confronti un obbligo di risultato, pertanto nessun compenso verrà richiesto in caso di mancato risarcimento.